AKRAM workshop Afro House al MKF 2018

Dal 23 al 25 marzo a Castelfidardo in provincia di Ancona si è svolto il Marche Kizomba Festival 2018. Tra i protagonisti c’è stato anche Akram Bouchiba, in arte Akram che ha tenuto un’interessante lezione di Afro House.

Per chi non fosse a conoscenza di questo ballo possiamo dire in esterma sintesi che potrebbe in qualche modo essere paragonato a una sorta di house nostrana. Dal beat sostenuto ed estremamente accattivante riesce a catturare subito l’attenzione per i suoi passi spesso singolari e che a prima vista possono passare per buffi, delle volte un pò “goffi” ma che nascondono radici culturali molto importanti proprie del folklore angolano o più in generale del Sud Africa.

AKRAM workshop Afro House MKF 2018Se da un lato numerosi sono i brani (ad oggi circa una trentina) che abbiamo selezionato nell’archivio musicale Afrohouse, molto più rari sono i workshop specifici per imparare passi spesso improvvisati seguendo i maestri / animatori in pista e purtroppo raramente oggetto di studio in corsi di kizomba.

Negli anni questa musica è uscita fuori dal continente diffondendosi così per il mondo così come la kizomba. Più che nelle serate a tema che danno i locali o nelle scuole è possibile trovare questo genere musicale nei festival dove spesso si trovano dj internazionali o angolani e che comunque sono a conoscenza di questo genere musicale.

Spesso e volentieri sono inseriti all’interno di queste serate “speciali” come balli di gruppo visto che vengono ballati individualmente anche se spesso c’è interazione come gli altri come spesso succede anche per i balli di gruppo “nostrani”. In una parola “divertimento” che spesso nasce proprio dall’improvvisare dei passi che magari inizialmente poco hanno a che vedere con quelli originali ma proprio nell’errore che può scattare uno spontaneo sorriso, spesso segreto del suo successo.

Nel video consigliato da rivedere e rivedere, è possibile apprendere tanta tecnica tutta condensata in appena un minuto e mezzo, vi saprà conquistare? Ne siamo certi!